chiaraadamivisual

Isolation, journey of a typeface

← Back to work

Isolation, journey of a typeface. Progetto tesi 2021

Creazione e ideazione di un carattere tipografico nato come metafora di un particolare del periodo che stiamo vivendo / abbiamo vissuto: l’isolamento.

Progetto selezionato da @neologia_graphicdays tra i 100 migliori candidati.
In mostra nel 2021 ai @graphicdaystorino di Torino.

Servizi
Typeface
Visual Identity
Photography
Video editing

In questo progetti di tesi ho voluto esprimere ciò che sentivo e contemporaneamente volevo che tutti entrassero in contatto con quelle che erano le loro emozioni riguardo la pandemia. Stiamo vivendo un cambiamento che ha congelato il nostro tempo, tutto sembra scorrere tanto quanto sembra immobile.

Nel corso di questo periodo però abbiamo scoperto che di tempo ne avevamo, ed anche tanto. È stato e continua tutt’ora ad essere un periodo di riassestamento. Ci siamo persi per poi ritrovarci. Ci siamo focalizzati molto su noi stessi dimenticandoci del mondo esterno, o al contrario, apprezzando ciò che ci circondava e ciò che ci mancava.

Una ferita profonda veniva inflitta poco alla volta come una lama invisibile che entrava nelle nostre case senza che noi ce ne rendessimo conto. In un’epoca in cui le distanze vengono abbattute, in cui non esistono posti lontani o luoghi inarrivabili, siamo costretti a dividerci, a stare lontani, ad allontanarci ed a isolarci.

Conseguenza principale di questa situazione è il distanziamento sociale che per molti vale a dire soprattutto isolamento. Isolamento volontario, forzato. 

Ha creato una profonda spaccatura nel nostro animo, ed è stato proprio questo l’obiettivo, fin dalla fase iniziale, proporre e progettare un carattere tipografico come metafora di questo aspetto sia in chiave personale che in quella oggettiva, evidenziando un aspetto in particolare: l’isolamento, il distanziamento sociale.

“ISOLATION” è un carattere sans serif, le lettere maiuscole e minuscole occupano un proprio spazio in cui è possibile trovare un ritmo marcato tra i caratteri. La geometria e lo spazio si combinano in esso, dando vita a un carattere pieno di personalità.

È stato progettato in reverse-contrast (contrasto inverso) con linee orizzontali più spesse delle verticali, al contrario dei più comuni caratteri costituiti da linee verticali della stessa larghezza o più spesse di quelle orizzontali.

Le persone vengono trasformate in forme tipografiche per raccontare la loro storia, il modo in cui vivono ed il modo in cui comunicano tra di loro.

Isolation è proprio questo, un metodo per tradurre e comunicare la visione sia del mondo esteriore che di quello interiore.

Ognuno porta con sé un bagaglio di emozioni che possono essere ritrovate all’interno di esso, e proprio da questo deriva il nome scelto; oltre ad essere un mezzo per comunicare la ferita della pandemia, è esso stesso isolamento. 

Tutto questo si riflette nelle lettere, che rappresentano gli uomini, e nelle parole, che creano il nucleo familiare composto da un singolo o da più elementi, le quali vengono separate, distanziate socialmente una dall’altra, aspetto che diventa caratteristica principale del progetto tipografico.

Il progetto tipografico viene accompagnato da una serie di scatti concepiti per immortalare il passare del tempo. Tempo che ci scorre fra le mani e che, solo interrompendo le nostre azioni quotidiane lo possiamo scoprire. In queste immagini, quindi, ho voluto fermarlo imprimendo azioni, quelle che abbiamo dimenticato nel corso di questo periodo, con lo scopo di farci accorgere del tempo che trascorre nello spazio intorno a noi.

Il carattere tipografico essendo estraneo alla normalità, in tutte le sue funzioni, viene proposto in un nuovo modo, rappresentandolo sotto forma di epub interattivo. Lo scopo è sempre stato quello di comunicare a chi lo osserva, sempre più da vicino, e tramite questa interattività è possibile connettersi e farsi guidare fino in fondo, offrendo contenuti creativi e funzionali, creando un nuovo concetto di comunicazione e presentazione.